Fabergé

Il mondo Fabergé

Nel 1886 lo Zar Alessandro III regalava a sua moglie Maria Feodorovna un uovo con sorpresa. Era il primo uovo del famoso gioielliere russo, Peter Carl Fabergé (1846-1920).
 
Da più di vent'anni siamo rivenditori delle splendide creazioni delle aziende che oggi detengono il marchio Fabergé.

La famiglia Fabergé: 
 
La Famiglia Fabergé, era una famiglia di fede protestante, originaria francese. Quando Luigi XIV mise fine alla libertà di espressione religiosa nella Francia di quei tempi, gli avi di Carl Fabergé evitarono la persecuzione trovando riparo dapprima in Germania, in seguito in Estonia per poi finire a San Pietroburgo, dove il nonno di Carl Fabergé trovò lavoro come carpentiere. Nel 1814 nacque Gustav Fabergé, padre di Carl Fabergé. 
Gustav Fabergé trovò impiego come apprendista gioielliere e sotto la guida di Andrea Ferdinand Spiegel e Joahnn Willhelm, divenne maestro gioielliere. Nel 1842 fondò la sua prima azienda di gioielleria con il suo nome. Carl Fabergé nacque nel 1846, frequentò le prime scuole in Germania e proseguì gli studi a Dresden dove si specializzò in commercio. 
Dopo aver viaggiato alcuni anni per l’Europa si fermò a Francoforte per studiare anch’egli come gioielliere. Compiuti 26 anni, fece ritorno a San Pietroburgo e proseguì l’attività del padre. In breve tempo il giovane gioielliere, designer, restauratore trasformò il piccolo atelier del padre nella più grande fabbrica di produzione dei gioielli dell’ intero Impero Russo ed una delle più grandi al mondo.

L'azienda fabergé:

L’azienda aveva filiali a Mosca, Odessa, Kiev e Londra. Nel 1885 Carl Fabergé divenne gioielliere di corte dello Zar Russo. L’azienda era ricca di premi e riconoscimenti internazionali, quasi tutte le famiglie reali d’Europa e persino il Re del Siam, riconobbero il talento di Fabergé divenendo suoi clienti. Con la rivoluzione Russa del 1917, Fabergé fu costretto a chiudere l’azienda e rifugiarsi in Svizzera, dove morì nel Settembre del 1920.
Nel 1880 raggiunse l’apice del suo successo professionale venendo premiato con la medaglia d’onore per i lodevoli successi nel settore orafo. Nello stesso anno il giovane Agaton, uno dei quattro figli di Carl, si unì all’impresa familiare ed ampliò la gamma dei prodotti includendo le famose uova. Fu nel 1885 che lo Zar scoprì il talento e la qualità prodotta dai Fabergé, così il primo maggio 1885, ordinò il suo primo uovo e nominò Fabergé gioielliere di corte. Nel 1890 Fabergé venne nominato anche estimatore di corte e quattro anni più tardi l’azienda ricevette l’ordine di produrre una strabiliante collana di perle per la Principessa Alice Von Hessen – Darmstadt che divenne in seguito la Zarina Alexandra Feodorovna.
Nella storia della sua azienda furono prodotti oltre 150.000 gioielli e più di 500 maestri gioiellieri vi lavorarono.

Per ulteriori informazioni, visita il sito www.tatianafaberge.net

Share by: