Buccellati

Buccellati Milano: un secolo di talento e passione

Tradizione, eccellente artigianalità, creatività e i materiali migliori: questi sono da sempre i valori centrali della filosofia Buccellati, una azienda familiare di antiche origini che crea oggetti di altissima gioielleria e che preserva la sua identità stilistica da quasi un secolo, facendo rivivere tradizioni orafe centenarie ai livelli più elevati e raffinati.
Mario Buccellati (1891-1965), il fondatore dell’azienda, comincia a lavorare molto giovane come apprendista presso i famosi gioiellieri milanesi Beltrami & Besnati, e da subito viene affascinato dal metallo e dalle pietre preziose, e dall’uso che gli artigiani ne facevano. Ancora ragazzo, pensa di recuperare le tecniche orafe risalenti all’antica Grecia, al Medioevo e, ovviamente, al suo periodo storico preferito, il Rinascimento.
Nel 1919 Mario apre la sua prima gioielleria a Milano, in largo Santa Margherita, accanto al famoso Teatro La Scala. Utilizza per lo più antichi strumenti e tecniche per creare i propri gioielli e, benché affascinato dallo stile orafo del passato, non tenta mami di imitare i manufatti del Rinascimento, ma piuttosto di reinterpretarli, attingendo anche dal suo profondo interesse per l’arte orientale. Ogni sua creazione ha una texture particolare, simile ad un prezioso tessuto, a delicati stampati damascati e ai pizzi veneziani. Le tecniche antiche di incisione e di cesellatura vengono combinate per ottenere effetti insoliti e straordinari.
Mario ha un estro particolare per il disegno ed una mente molto vivace, quindi ben presto diventa uno dei più importanti gioiellieri ed orafi italiani ed acquisisce una clientela estremamente prestigiosa, fra cui anche il famoso poeta Gabriele d’Annunzio, che conia per lui l’espressione “Principe degli Orafi”.
Ben presto comincia a lavorare per varie famiglie reali di Italia, Spagna ed Egitto, e fornisce diversi oggetti ornamentali al Papa e ai Cardinali di Roma.
Mario Buccellati ha altresì delle doti estremamente imprenditoriali e, considerato il suo successo in Italia, nel 1925 decide di aprire altre due boutique, una a Roma e l’altra a Firenze.
Nel 1951, poi, egli porta il nome Buccellati a livello internazionale e si avventura nel mercato americano: apre il suo primo negozio sula 51st street, nel cuore di New York, e solo un anno più tardi, nel 1952, inaugura una seconda boutique su 5th Avenue a Palm Beach.

Quando Mario Buccellati viene a mancare, nel 1965, quattro dei suoi cinque figli continuano la tradizione orafa. Fra di loro, Gianmaria (1929-2015) in particolare impara le particolari lavorazioni create dal padre e diventa in breve tempo la forza pulsante della azienda.
Nel 1966, Gianmaria assume la direzione dei laboratori artigiani e della parte creativa, disegnando personalmente ogni gioiello che viene prodotto. Con il fratello Luca, che segue l’azienda nella parte oltreoceano, condivide la volontà di creare un marchio Buccellati che sia sinonimo di alta gioielleria a livello mondiale. Mentre Luca sviluppava il brand in America, Gianmaria gestiva i laboratori ed era responsabile del design e della produzione.
La lunga corsa era cominciata: Gianmaria decide quindi di dare nuovo impulso allo sviluppo dell’azienda e, con lo stesso spirito pionieristico del padre, sbarca ad Hong Kong nel 1970, primo gioielliere italiano ad aprire una boutique. Seguono poi altre aperture a Tokyo, Osaka e Nagoya negli anni successivi. E la corsa non si ferma: Gianmaria crede nel mercato europeo, e nel 1979 il suo è il primo marchio italiano di gioielleria ad essere presente nella famosissima place Vendôme, dove rimarrà fino a gennaio 2016, trasferendosi poi nella mitica via dei gioiellieri, in rue de la Paix n. 1.
Da allora, le possibilità di espansione si sono moltiplicate, ed in tutti questi anni Gianmaria è sempre stato affiancato dal figlio Andrea, che ha ereditato da lui il talent artistico e che oggi è supervisore di tutte le fasi che si svolgono nei laboratori milanesi. Dal 2013, inoltre, Andrea è presidente del Gruppo Buccellati.
Nel più tipico stile Buccellati, secondo il quale la vena artistica viene passata di padre in figlio, Andrea crea spesso insieme alla figlia Lucrezia, una giovane donna e madre che vive a New York e che trasferisce al padre nuove ispirazioni e tendenze per le collezioni a venire.

Nel corso dei decenni, Buccellati ha applicato la propria creatività anche al settore dell’argenteria, producendo oggetti unici nel tipico stile Buccellati, ammirato ed apprezzato in tutto il mondo, ed ha recentemente sviluppato anche il settore orologiero, producendo orologi da uomo e da donna che sono un vero e proprio must per collezionisti.
L’artigianalità e la tradizione del marchio si trovano oggi in tutti i gioielli, argenti ed orologi Buccellati, tutti eseguiti con tecniche di altissimo livello ed incisioni fatte a mano che creano una elevata

Per ulteriori informazioni visita il sito www.buccellati.com/it

Share by: